Tener viva la memoria

Al Liceo Aristofane per commemorare il rastrellamento degli ebrei nel ghetto di Roma è stato letto e recitato il racconto che il liceo ha presentato vincendo al Concorso letterario Nazionale, sulla storia coraggiosa di Dario Funaro, deportato e ucciso insieme alla sua famiglia in quegli anni bui.

(Le quattro pietre d’inciampo a Via Maiella che abbiamo apposto a gennaio scorso sono le loro)

Vedere questi ragazzi tener viva la memoria è una boccata d’ossigeno nonostante alcuni governi di questo, spesso scellerato, mondo proprio non riescano a fare altrettanto.

Grazie 👏🏻🌸

Aristofane III Municipio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...