MANIFESTAZIONE CONTRO TMB DIVENTI CITTADINA

Dopo la riunione dell’Osservatorio Permanente sul TMB Salario in III Municipio abbiamo deciso insieme ai comitati di indire una manifestazione pubblica per il giorno 6 ottobre alle ore 16 davanti l’impianto per chiederne la chiusura.

La manifestazione deve diventare un’occasione per tutti quei municipi che subiscono l’emergenza sulla pelle dei propri cittadini.

Faccio dunque un appello a tutte le istituzioni e ai cittadini: si uniscano a noi quel giorno per chiedere l’interruzione dello stato di emergenza rifiuti ormai diventata normalità e rivendichiamo insieme un nuovo modello di ciclo integrato dei rifiuti nella capitale.

Il Campidoglio, nel frattempo, visto che ignora la situazione, abbia almeno la compiacenza di smettere di magnificare azioni spot per la rimozione di materassi e divani perché i cittadini non respirano più.

CHIUSURA CENTRO ALZHEIMER DECISIONE CINICA

La giunta Raggi continua l’opera di demolizione dei servizi essenziali chiudendo l’unico centro Alzheimer pubblico presente nel III Municipio: il centro ‘Isola Madre’, punto di riferimento per oltre 40 famiglie.

L’Alzheimerricordiamo– è una malattia in continuo aumento, definita dall’OMS come priorità mondiale di salute pubblica, per la quale sarebbero necessari nuovi e sostanziali interventi di sostegno alle cure domiciliari.

Oltre ad aver preso tale scriteriata decisione senza consultare né la Asl Rm1 né la giunta municipale, sorprende il cinismo con il quale si interrompono i percorsi di cura dei malati che di tutto necessitavano eccetto dell’interruzione della loro quotidianità.

Lo smantellamento dei servizi sociali ad opera della Giunta Raggi, per logiche di cui non abbiamo contezza, applicato alla carne viva delle persone, spaventa tutti noi, soprattutto per la modalità remissiva e taciuta con il quale sta avvenendo.

Da questa maggioranza nessun silenzio contro tali incomprensibili decisioni.

Così in una nota i capigruppo della maggioranza in III Municipio, Matteo Zocchi (Lista Civica Caudo Pres.), Angela Silvestrini (Centro solidale), Christian Giorgio (PD) e Cesare Lucidi (LeU)

COME LAVORA AMA A ROMA E IN III MUNICIPIO

Oltre ogni speculazione di sorta il quadro definitivo e oggettivo ce lo danno i dati della Commissione Tecnica di Controllo, organo previsto dal contratto di servizio che lega Comune di Roma e Ama.

I numeri, riferiti all’annualità 2017 e confrontati con la precedente, sono impietosi e vale la pena scendere nel dettaglio:

1) IL SERVIZIO DI PULIZIA

• Il servizio di spazzamento nell’anno 2017 è inferiore al 2016.

L’obiettivo contrattuale che fissava al 100% la regolarità del servizio non è arrivato al 91%, attestandosi al 90,79%, quindi quasi il 10% in meno rispetto ai programmi.

• La disponibilità di mezzi in esercizio è passata dal 65% del 2016 al 57% del 2017.

A conferma della difficoltà generali sono evocative le segnalazioni e i reclami pervenuti ad Ama: il DOPPIO rispetto al 2016.

In III Municipio tutto ciò viene confermato dal giudizio negativo sulla qualità percepita.

Con una valutazione da 1 a 10 i cittadini valutano:

• La pulizia delle strade 3,4;
• La pulizia dei cassonetti 3,3;
• La presenza dei cestini 3,0;

Risultato nella media -pessima- dell’intera città;

2) SERVIZI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

Il contratto di servizio fissava l’obiettivo del 2017 al 65%, rivisto poi dalla Giunta Raggi e dal piano finanziario TaRi 2017 al 48%.

La percentuale media annua di raccolta differenziata 2017 si ferma al 44% con un incremento ridicolo di 1,26% rispetto al 2016.

In III Municipio il quadro viene confermato -anche qui- dal giudizio negativo sulla qualità percepita.

Con una valutazione da 1 a 10 i cittadini valutano:

• La raccolta stradale 4,3;
• La raccolta Porta a Porta 4,2;
• I Centri di raccolta Raee 6,0; (unica sufficienza)
• Sul monitoraggio del decoro dei contenitori di differenziata, in III Municipio siamo sotto all’obiettivo per quanto riguarda la raccolta della Carta e della Plastica.

3) I CENTRI DI RACCOLTA RIFIUTI INGOMBRANTI E RAEE

Sono fermi al numero di 14 su tutta Roma quando il contratto di servizio ne prevedeva 4 in più nel 2017.

[ • TMB SALARIO ]

Sull’impianto di trattamento meccanico biologico situato a Villa Spada, sul quale tanto ci sarebbe da raccontare, nel 2017 si registra un incremento di conferimento di rifiuti indifferenziati del 32,31% rispetto all’anno precedente che “riduce contestualmente il ricorso a tutti gli altri impianti romani”.

Più di 155mila tonnellate di rifiuti nell’anno 2017, sono quasi 500 tonnellate al giorno!

[Non commento perché il post si sforza di essere meramente informativo.]

Bando assegnazione immobile

Pubblicato il bando che prevede l’assegnazione in concessione d’uso, a titolo oneroso, dell’immobile destinato a punto ristoro sito in Largo Fausta Labia all’interno del Parco delle Sabine.

L’immobile ha una superficie di circa 134 mq, con un’area antistante di circa 200 mq per OSP.

Il bando è riservato a micro e piccole imprese, imprese artigiane, cooperative, lavoratori autonomi con partita iva, che possono presentare domanda di partecipazione entro il termine del 15 ottobre 2018, ore 12.00.

Il contratto di concessione avrà la durata di sei anni, con possibilità di rinnovo di uguale durata.

Qui il bando!

Organi Municipali completi

Con la costituzione delle commissioni tutti gli organi politici municipali sono finalmente al completo e possono iniziare i lavori.

LA GIUNTA (con relative deleghe)

IL CONSIGLIO MUNICIPALE

Giovanni Caudo;

Lista Civica Caudo Presidente: Matteo Zocchi (Capogruppo), Francesca Farchi, Luigi Maio;

Partito Democratico: Christian Giorgio (Capogruppo), Yuri Bugli (Presidente del Consiglio), Filippo Laguzzi, Sara Alonzi, Simona Sortino, Nastassja Habdank, Italo Della Bella, Maria Teresa Ellul, Mario Bureca;

Liberi e Uguali: Matteo Pietrosante, Cesare Lucidi (Capogruppo);

Centro Solidale: Angela Silvestrini (Vicepresidente del consiglio);

LE COMMISSIONI

Aggiornamenti

Il tourbillon di questi primi giorni di insediamento, tra incontri, riunioni e assemblee è difficilmente riassumibile in poche righe, cito per stanchezza e malanni estivi solo i due temi più rilevanti.

Oggi abbiamo approvato le linee programmatiche dopo la discussione dei numerosi emendamenti delle opposizioni che hanno manifestato contrarietà al documento lamentando lacune di metodo e di merito.
A noi il compito di smentirli con il nostro lavoro quotidiano sul territorio, all’interno del consiglio e delle commissioni che andremo a costituire nel prossimo Consiglio Municipale che si terrà Mercoledì 1 Agosto alle ore 9,00.

Nel frattempo, martedì scorso in un’assemblea presso la sala consiliare del Municipio tutti i comitati e le associazioni di cittadini che da anni si battono per la chiusura del TMB Salario si sono riuniti insieme alla giunta.
E’ stato deciso di costituire l’OSSERVATORIO MUNICIPALE PERMANENTE SUL TMB, una struttura di azione per condurre in modo unitario la vertenza territoriale più importante che abbiamo nel Municipio.
Ne faranno parte tutti i comitati e le associazioni che faranno arrivare la loro adesione inviando una mail a: alessandra.borghini@comune.roma.it.
Raccolte le adesioni partirà la formale costituzione dell’Osservatorio con un atto del Municipio avviandone i lavori con una prima convocazione nella prima settimana di settembre.
Fino ad allora è stato messo a disposizione un questionario, scaricabile qui, per far partire una rilevazione più strutturata e univoca dei miasmi del TMB: si dovrà scrivere il giorno della rilevazione, l’ora di inizio e l’ora di fine del cattivo odore e annotare eventuali disagi provocati.
Ai primi di settembre, raccolti i questionari, durante la prima riunione dell’osservatorio si deciderà insieme come proseguire la vertenza.

Il nostro impegno nel mettere la parola fine a questa enorme piaga territoriale non mancherà mai, siamo stati eletti per stare accanto ai cittadini ed è quello che intendiamo fare fino alla fine.

A mercoledì!