APERTO L’URBAN CENTER 📋

La riqualificazione dell’asse viario di via Val d’Ossola, la Ciclovia delle Valli, il Mercato Adriatico, l’asse di Viale Val Padana, il restyling di piazza Conca d’Oro, la riqualificazione di Piazza Sempione, il Ponte Ciclopedonale Conca D’oro-Sacco Pastore e tanto altro.

Da ieri è possibile consultare tutta la progettazione e il lavoro che da tre anni stiamo portando avanti in III Municipio con enorme impegno da parte di tutte e tutti, soprattutto dei nostri uffici. ✏️🏗

🏡 CASALETTO UFFICIALMENTE SALVO

Da più di 25 anni il Centro Diurno e la casa famiglia “Fratelli Lumiére” conosciuti anche come “Il Casaletto” ci rendono orgogliosi.

Inclusione, impegno, radicamento e apertura al territorio sono il tratto distintivo di un’esperienza da preservare: trekking, cineforum giardinaggio con scuole e associazioni, laboratori e tanto altro rappresentano un esempio di integrazione socio-sanitaria di eccellenza sul nostro territorio perché vanno a ridurre significativamente lo stato di isolamento in cui molte persone con disabilità e in condizioni di fragilità sono spesso costrette a vivere.

Dopo la mobilitazione del III Municipio, della Commissione Sanità Regionale, del Terzo Settore, dei Sindacati e delle circa 1500 persone che hanno firmato la petizione, Roma Capitale -che qualche mese fa aveva rimesso quest’enorme esperienza in discussione- ha finalmente accolto le richieste e oggi siamo davvero felici della sottoscrizione del protocollo di intesa tra Roma Capitale e Asl Roma 1 che farà proseguire questa bella storia.

E’ un bel giorno in III Municipio. 🌞🌻

Nuovo Parco Archeologico Villa di Faonte

Oltre due ettari di verde sono stati restituiti agli abitanti di Vigne Nuove dopo un decennio di attesa.

Nel luogo in cui Nerone in fuga dal Senato andò incontro alla morte, nella villa del liberto Faonte, sorgerà ora il Parco Villa di Faonte, che comprende un’area archeologica di 2mila metri quadri, circa il 10% dell’intero spazio.

Le inaugurazioni sono sempre un orgoglio ma aprire al pubblico un’area verde con questo fascino storico, in un quartiere popolare e popoloso è una gioia doppia, considerando soprattutto che l’opera è stata sbloccata grazie all’impegno dell’amministrazione municipale, che ha svolto un lavoro di cucitura con tutte le istituzioni e le parti coinvolte (Dipartimento Pau, Dipartimento Patrimonio, Soprintendenza di Stato, Sovrintendenza Capitolina, l’impresa), senza il quale il Parco sarebbe rimasto ancora chiuso al pubblico.

Valori non negoziabili

Facciamo politica all’interno del campo democratico, abbiamo scelto di far parte di una comunità e di provare al meglio a rappresentarla; non ho mai apprezzato a fondo gli sforzi, spesso solo dialettici, dei sindaci, dei presidenti e dei consiglieri “di tutte e tutti”. Non penso si possa stare a metà, tra una parte e l‘altra. Con la destra e la sinistra, con il nero e con il bianco, con Militia Christi e con le battaglie femministe, con la repressione e con la libertà.

Io penso che nell’interesse di tutte e tutti ci sia invece bisogno dell’opposto: parole chiare, battaglie chiare, alleati e avversari ben definiti, senza zone grigie. Conflitto, chiaramente, perché i nostri valori non possono essere solo alimentati con la testimonianza ma vanno difesi quotidianamente.

Dopo che Don Mario, il parroco di Piazza Sempione, ha manifestato pubblicamente avversione per lo striscione contro l’omotransfobia definendolo “uno scempio” e difendendo invece quello dell’associazione che fa le manifestazioni con Forza Nuova e Casapound, smette di essere un interlocutore al pari dell’associazione. La lotta contro le discriminazioni di genere e di orientamento sessuale è uno dei valori non negoziabili della nostra comunità. L’interlocuzione con soggetti contrari a diritti acquisiti è uno sforzo che non mi impone nessuno e che io in questi anni ho deciso scientemente di non fare, perché non sono né una bilancia né un giudice terzo, io sono di parte, dalla parte della mia comunità.

Piazza Sempione va riqualificata, pedonalizzata e liberata dall’ammasso di macchine.
Bisogna farlo perché questa città deve progredire, e questo è un altro valore non negoziabile. Un progresso che non pone al centro l’automobile ma chi quell’automobile la guida: la cittadina e il cittadino. Una città migliorata in funzione degli uomini e delle donne che la abitano. Creare per loro condizioni di vivibilità migliori all’interno di una città altrimenti respingente.

Piazza Sempione va resa, soprattutto, una piazza viva, a disposizione di tutte e tutti, un luogo per lo stare assieme, per far giocare i bambini e far conoscere tra loro i genitori, un luogo di incontro intergenerazionale tra giovani e anziani, un’agorà nella quale vivere una convivialità che non esisteva neanche prima del Covid.

Uno spazio per manifestazioni pubbliche, letture condivise e, finita la pandemia, un polo di aggregazione all’aria aperta. In questi tre anni abbiamo aperto la biblioteca e la videoteca, saranno aperte le aule studio, arriverà l’urban center, un luogo di condivisione dei progetti municipali: già solo con questo avremo dato una dimensione diversa ad uno spazio, raccontato da molti come la culla della civiltà, che attualmente però svolge una funzione di parcheggio.La solitudine esistenziale a cui ci ha condannati questa pandemia, ognuno nelle proprie abitazioni, nelle proprie stanze, nelle proprie vite, senza un abbraccio né un bacio, ha a che fare con un altro valore non negoziabile: la socialità, passata la pandemia, va liberata.

Il silenzio del non luogo, a cui molti sembrano continuare ad aspirare, soprattutto per Piazza Sempione è per me un errore di calcolo che io, per coscienza, non posso e non voglio fare. Progettiamo e capiamo come riempirla di attività, quella piazza, non come videocontrollarla.

Rimosso striscione di Militia Christi

In queste settimane si è aperto un acceso dibattito sulla riqualificazione di Piazza Sempione che sicuramente si sforzerà di trovare una sintesi con le istanze dei cittadini del municipio.

Militia Christi, un gruppuscolo di estremisti anti abortisti, fanatici e misogini ha provato nella notte, senza neanche metterci la faccia, a dire la propria sullo spostamento della madonnina con uno striscione che recitava: “La statua non si tocca”, quando nelle intenzioni del progetto verrebbe semplicemente spostata sotto il sagrato.

Tutto ciò oltre ad essere profondamente ridicolo ci fa ribadire ancora una volta che Militia Christi non ha alcuna cittadinanza in III Municipio.

Ci siamo dunque assunti la responsabilità di togliere quella vergogna di striscione.

Jorit è tornato al lavoro!

Un orgoglio infinito vedere un artista di fama internazionale realizzare in un quartiere popolare come il Tufello un murales pieno di valore e significato per tutta la comunità del III municipio.

La storia di Valerio Verbano è nel cuore e nella mente di tutte e tutti noi, da oggi lo vedremo vivere ogni giorno.

✊🏻

UNA NUOVA BIBLIOTECA IN III MUNICIPIO

Domani, 4 febbraio, si terrà l’inaugurazione della biblioteca Fondo Francesco Troiano a Piazza Sempione 15, dentro al municipio. Si tratta di una collaborazione con l’Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali, grazie alla donazione libera e gratuita del Sig. Moisè Troiano.

Un luogo bellissimo di cui siamo già innamorati. 📚📖

Raccolta coperte e abiti invernali 🧣

𝐄̀ 𝐢𝐥 𝐭𝐞𝐦𝐩𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐨𝐥𝐢𝐝𝐚𝐫𝐢𝐞𝐭𝐚̀!

❄️ Centinaia di persone continuano a vivere esposte alle intemperie e rischiano di perdere la propria vita a causa delle basse temperature di questi giorni.
Il Municipio Roma III oltre a lavorare in tutte le sedi istituzionali per dar loro accoglienza ha deciso di continuare a fare il pieno di solidarietà.

🧤 Abbiamo deciso di aprire una raccolta coperte e abiti invernali sotto ai portici del municipio, in Piazza Sempione, 15, per donarle alle associazioni che si occupano di assistere le persone senza fissa dimora.
Il tutto deve essere nuovo o in ottimo stato.

📌 La raccolta avverrà ogni giorno a partire da oggi, mercoledì 20 e si concluderà il giorno venerdì 29 compreso, in Piazza Sempione, 15.
[Da oggi a venerdì è possibile richiedere il ritiro a domicilio chiamando il numero presente in locandina 🚕]

(Le coperte e gli abiti donati verranno accuratamente sanificati durante la presa in carico)

Aiutiamoci ad aiutare! 🤝🙏🏻

Apriamo le stazioni metro

❄️𝐄𝐌𝐄𝐑𝐆𝐄𝐍𝐙𝐀 𝐅𝐑𝐄𝐃𝐃𝐎 ❄️

È inaccettabile che nella capitale d’Italia si continui a morire di freddo: sono nove le persone che hanno perso la vita a causa delle basse temperature.

Il numero delle persone senza fissa dimora accolto dalle strutture comunali è meno della metà di quelli accolti nelle strutture gestite dalle associazioni. La solidarietà è la nostra stella polare e il fatto che questa città si regga, ancora una volta, sulle rete di volontariato è motivo di orgoglio per tutti i romani e tutte le romane ma allo stesso tempo c’è da prendere atto che l’amministrazione comunale si è dimostrata ancora una volta impreparata, rimanendo sorpresa dal freddo dell’inverno e lasciando esposte alle intemperie le persone più fragili.

Abbiamo aderito quindi con convinzione all’appello di Nonna Roma sull’apertura delle stazioni metro per farne dei ricoveri straordinari durante la notte e offrire accoglienza e riparo dal freddo, esattamente come succede in altre città d’Italia.

📝 Firmiamo e spargiamo la voce! 👇🏻
Apriamo le metro: firma qui!

Jorit

Jorit realizzerà un murales al Tufello su Valerio Verbano.

Grazie a questo artista straordinario, grazie al Municipio Roma III, a LAZIOcrea, al Csa Astra e a tutti coloro che hanno consentito tutto questo. La dimensione emotiva di tutto questo non è quantificabile: felicità.

Jorit, per chi non avesse capito, è questo street artist qui. 👇🏻

UN SORRISO SOSPESO 🙂🎈

Il covid ha stravolto la vita di ognuno di noi e le persone più fragili si sono scoperte ancora più fragili.
I nuclei familiari in difficoltà si sono trovati ancora più esposti alle intemperie sociali, sanitarie ed economiche.

Sarà un Natale diverso e per la prima volta non staremo assieme agli affetti nel periodo dell’anno in cui la socialità, le risate e il gioco dettano il tempo alle giornate.

Il Municipio Roma III, quindi, nel suo piccolo, ha deciso di provare a regalare un sorriso affinché nessuno rimanga senza.

Abbiamo deciso di aprire una raccolta giocattoli sotto ai portici del municipio, in Piazza Sempione, 15.
I giocattoli dovranno essere nuovi o in ottimo stato, per ogni età dai 0 ai 10 anni.

La raccolta avverrà ogni giorno da lunedì 14 e concludendosi il giorno 20 compreso, per una settimana di sorrisi e solidarietà.

(I giocattoli donati, sia quelli nuovi sia quelli in ottimo stato, verranno accuratamente sanificati durante la presa in carico)

🎅🤶🎁

FAMO ‘STO PONTE! 🚴🚶‍♀️

Del ponte ciclopedonale Sacco Pastore-Conca d’Oro, un’infrastruttura fondamentale per il quadrante e per l’intera città, non si hanno notizie da mesi.

Nessuna novità su quella che sarà la stazione appaltante, su chi materialmente si occuperà della pubblicazione dell’appalto integrato e del bando di gara e dunque nessuna notizia su quando la passerella ciclopedonale verrà costruita.

Grazie a Roma Daily News! 🗞📰

Sospendiamo la Tari

🗞 Grazie a Il Caffè di Roma che ha raccontato sulle proprie pagine la richiesta che abbiamo fatto al Campidoglio qualche settimana fa.

In questo momento di estrema difficoltà c’è bisogno di vicinanza ad imprese, ristoranti, strutture ricettive, attività culturali e artistiche con fatti e provvedimenti semplici ma efficaci.

📌📰👇